Otoplastica



E’ l’intervento che riduce le orecchie sporgenti.

 

A differenza che in passato oggi si operano anche bambini in età scolare, dal momento che il padiglione auricolare termina il suo sviluppo prima di altre strutture; si evita in tal modo l’insorgenza eventuale di problemi psicologici legati al difetto.

Personalmente uso ormai da molti anni la tecnica degli americani,Crikelair e Cosman, alla quale ho apportato solo delle piccole modifiche (Giornale di Medicina Militare 149° N° 1/2 – 1999 pag. 33-40).

 

Questa tecnica, assai efficace, si basa sulla naturale tendenza della cartilagine a ripiegarsi dalla parte opposta una volta interrotte, con lievi incisioni, le sue fibre di un lato. In questo modo si evita con assoluta certezza il ritorno del difetto.

 

L’intervento, semplice e rapido, può essere eseguito in anestesia locale in regime ambulatoriale o in day hospital.


Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti